L’associazione no profit Impara Digitale sta sviluppando una piattaforma “open source o aperta” che integri tutti i servizi digitali necessari alla scuola, raccogliendo quelli esistenti e sviluppandone di nuovi. Si tratta di un servizio atto a superare sia il “digital divide”, il diverso accesso alla tecnologia nella scuola, sia il “social divide”, ovvero la diversa possibilità delle scuole di accedere alla tecnologia. La piattaforma è lo strumento che “conduce” la scuola nella nuvola informatica.

L’associazione lavora in particolare per l’adozione da parte delle scuole di un “curriculum mapping” o mappatura/tracciabilità dei programmi di studio in armonia con la legislazione scolastica italiana ed europea presente e futura. Inoltre, si avvale di partnership di ricerca e collaborazione con aziende leader nel campo dell’ICT, crea applicazioni per “mobile devices” o dispositivi mobili come i tablets e modellizza ambienti di apprendimento per il “cloud learning”, l’apprendimento nella nuvola informatica.

Anche le diverse tecnologie sviluppate vengono validate attraverso la sperimentazione didattica presso le scuole in rete. Le piattaforme software prodotte alla fine dei lavori saranno concesse con licenza d’uso GPL.

Sarà, dunque, possibile realizzare tabelle comparative tra Android, Windows e iOS e sulle applicazioni utili per la didattica, così che le scuole della rete possano scegliere quale tecnologia sia più confacente alle proprie esigenze.